fascino

tipicamente milanese

Le due residenze tornano a splendere di nuova luce grazie a un sapiente progetto di riqualificazione conservativa che enfatizza i dettagli architettonici valorizzandone i particolari decorativi.

una storia

di prestigio

L’elegante dimora apparteneva un tempo al commendator Pietro Moneta, esponente dell’alta borghesia lombarda.

Amministratore di numerose ditte nel campo dell'abbigliamento, Moneta viene ricordato nella storia milanese come generoso benefattore: nel 1940 donò una cospicua somma all'Ospedale Maggiore in memoria della moglie Enrica Motta da poco scomparsa.

 

A seguito di questo nobile gesto, l’ospedale dedicò al commendatore un’intera ala della struttura, che ancora oggi porta il suo nome.

GIOIELLI

preziosi e affascinanti

Agli angoli speculari del complesso si ergono maestosi i due portali d’ingresso, posti rispettivamente su via Orazio e via Caminadella.

Questi due scenografici ingressi conducono alle scale in pietra e ferro battuto, che accolgono i visitatori invitandoli ad esplorare i due prestigiosi edifici.

Dimore Moneta Motta è una residenza di grande fascino, una prestigiosa testimonianza storica della Milano di inizio secolo.

La residenza si compone di  due prestigiosi edifici storici, che da oltre un secolo convivono l’uno accanto all’altro e impreziosiscono l’intero isolato.

eleganza

senza tempo

Dimore Moneta Motta si contraddistingue per uno stile unico e signorile, ricco di decori e finiture raffinate, che rievocano l’atmosfera classicheggiante della Milano di un tempo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

ACCETTA

privacy

COOKIES

credits

info@dimoremonetamotta.it

Classe energetica G 206,14 kWh/mq a.

il

progetto